E tu che tipo di leader sei?

Il concetto di leadership è profondamente intrecciato con quello di formazione, nel senso che comprendere le proprie percezioni come anche le prospettive del cliente, e continuare ad essere innovativi e a crescere, sono elementi essenziali per raggiungere il successo.
Dimentichiamo, a questo punto, il vecchio leader autoritario, che lascia il posto ad una serie di figure nuove.
Guardiamole insieme.

Il leader progettista.
Provate ad immaginare la vostra azienda come se fosse una nave: quale funzione potrebbe avvicinarsi di più alla figura del leader? La risposta più semplice ed immediata sarebbe quasi certamente il capitano.
Ma nella realtà dei fatti è il progettista che maggiormente si avvicina al leader. Egli possiede una visione di insieme della nave, dello scopo per cui è concepita, delle funzioni manageriali in essa contenute e delle loro interazioni, in sostanza ha una conoscenza totale sul prima, sul durante e sul dopo. E in effetti se un’organizzazione, esattamente come qualsiasi oggetto, è progettata male, avrà chiaramente un cattivo funzionamento anche se governata bene.
Un leader di questo tipo sa, per esempio, che il cliente viene prima di tutto. In seguito vengono la relazione con manager e collaboratori, il servizio alla comunità e, infine, l’attenzione agli azionisti.
Questa linea di pensiero risulta vincente anche perché basata sul senso della missione, sui valori etici, e sul fatto che non si punta a trovare la giusta strategia quanto ad incoraggiare il pensiero strategico.

tti blog

Il leader educatore.
Simile al progettista, questo tipo di leader opera in una situazione di complessità di apprendimento riguardante sia i follower che se stesso. Il suo compito è far emergere determinati modelli mentali dalle persone sulle questioni importanti e complesse. Inoltre, agisce al fine di aiutare i collaboratori a ridefinire la propria visione della realtà, per entrare nel profondo delle questioni, per comprendere le cause dei problemi evitando di affrontarli con superficialità.
Il leader educatore aiuta a riconoscere la realtà considerando tre dimensioni: gli eventi, i modelli comportamentali, e la struttura sistemica.

Il leader assistente.
Questo ruolo è al servizio di chi necessita della sua assistenza. Può essere assistente per le persone che guida, oppure essere leader in un preciso progetto aziendale. Egli può anche agire da dietro le quinte, il suo compito è di motivare e stimolare le persone che presentano difficoltà economiche, affettive o di altra natura affinché trovino la soluzione ai propri problemi.
Questo tipo di leader ha la consapevolezza di avere un compito molto più alto dei leader tradizionali perché è parte, oltre che artefice, di un cambiamento.

Il superleader.
Per superleadership si intende una funzione nuova rispetto alle immagini classiche alle quali si pensa comunemente.
Lo scopo del superleader è quello di stimolare i processi individuali di self-leadership, in modo da suggerire un nuovo criterio di autovalutazione della forza di un leader. Questo permette di valorizzare il contributo di ognuno e legittima la capacità di procedere autonomamente, contro una vecchia visione di “piegare l’altro al proprio volere”. In sostanza, estrae il talento che un collaboratore già possiede ma che spesso non conosce.

All’inizio di questo articolo abbiamo detto che per una buona capacità di leadership è necessaria anche una solida formazione. E ancora prima di questa, la persona deve essere predisposta a ricoprire una posizione di leadership.
Come poter selezionare, allora, le persone giuste per i ruoli di leader all’interno di un’azienda?
Una valida soluzione sarebbe affidarsi a strumenti creati su basi scientifiche come quelli offerti da TTI SUCCESS INSIGHTS®, che con un ampio ventaglio di metodi di valutazione della persona ne analizza le preferenze valoriali, i punti di forza, le aree di sviluppo, e gli aspetti caratteriali.

Articoli consigliati

TTI SUCCESS INSIGHTS® è un insieme di strumenti capaci di analizzare comportamenti e valori dell’individuo. Si basa su teorie psicologiche consolidate ed è in grado di riconoscere e incrementare il potenziale della persona in qualsiasi tipo di business.