Quali sono le competenze richieste ai leader del 2021?

Sulle spalle dei leader di oggi pesa una grande responsabilità: impostare processi e modalità che garantiscano risultati e innovazione, e guidare i collaboratori in un clima di generale incertezza e smarrimento.

Ricoprire il ruolo del manager risulta più che mai sfidante, e contemporaneamente di centrale importanza. Nella vita professionale – e non solo –, le persone si aspettano un piano efficace di gestione della crisi e, soprattutto, desiderano sapere che esiste una via d’uscita, e che possono prendere parte alla sua realizzazione.

Nei momenti di difficoltà si nasconde inevitabilmente il germe di un cambiamento: nuovi paradigmi lavorativi richiedono nuovi modelli di leadership. L’introduzione di nuove modalità di lavoro e una nuova gestione dei processi aziendali e delle persone reclamano l’ideazione di una strategia di sviluppo a lungo termine, in grado allo stesso tempo di cogliere rapidamente le opportunità quotidiane.

Quali sono le competenze richieste a chi svolge attività manageriali, e quali le caratteristiche che non possono mancare per guidare e ispirare i propri collaboratori nel mezzo di una crisi globale?

  1. Empatia

Perché un leader sia seguito e apprezzato dai propri collaboratori, deve allenare la propria empatia. Ciò non significa farsi carico delle emozioni altrui, bensì prestare attenzione allo stato di bisogno e ai segnali di necessità di chi lo circonda. È necessario che sia comprensivo, abbia pazienza e – perché no? – si mostri vulnerabile. Sensibilità non è sinonimo di debolezza, e dare sfogo alle proprie paure e insicurezze è rivelatore di forza e coraggio (se desideri approfondire il concetto di leadership empatica, clicca qui).

  1. Condivisione

Parola d’ordine: inclusività. Condividere, coinvolgere e responsabilizzare gli altri è fondamentale per affrontare sfide e difficoltà quotidiane. Un leader dovrebbe richiedere l’opinione altrui prima di compiere una scelta, esprimere umiltà e capacità di confrontarsi, ammettere i propri limiti, ma essere anche assertivo e risoluto in fase decisionale.

  1. Flessibilità

Un buon leader deve saper guardare avanti, prevedere le sfide future e sviluppare una visione strategica del business. Secondo il Global Talent Trends 2020-2021, la ricerca condotta dall’Osservatorio della società di consulenza Mercer sul mondo del lavoro, ripensare il concetto di flessibilità risulta essere – per il 39% dei lavoratori coinvolti nell’indagine – una delle nuove priorità dei manager, dopo l’investimento sui talenti (58%) e l’adattamento della forza lavoro (42%). Definire un piano d’azione innovativo e saperlo mettere in discussione, ripensarlo, rimodularlo in base alle necessità e alle opportunità emergenti è centrale nella ridefinizione delle dinamiche di management.

  1. Intelligenza emotiva

Soprattutto in una fase complessa come quella che stiamo vivendo, è importante per un leader non lasciarsi sopraffare dalle emozioni. Questo, infatti, rischia di minare la sua capacità di veicolare le energie in maniera positiva e creativa, e di annebbiargli la mente, facendo prevalere comportamenti impulsivi e spesso nocivi, piuttosto che valutazioni attente e ponderate. Accrescere la propria intelligenza emotiva significa diventare consapevole delle proprie emozioni, ed esercitare maggior controllo su queste.

  1. Forte resilienza manageriale

Tra gli ingredienti necessari a sviluppare una forte resilienza manageriale, troviamo senza dubbio ottimismo, lettura attenta della realità e spiccate competenze di people management. Facendo ancora riferimento al Global Talent Trends 2020-2021 di Mercer, il 41% dei lavoratori coinvolti nella ricerca individua in un management inclusivo ed empatico la fonte di una maggiore resilienza.

Per valorizzare le capacità già presenti e acquisire le nuove skill necessarie per eccellere nel ruolo, il leader deve sviluppare una forte autoconsapevolezza. Per guidare i collaboratori in maniera vincente, infatti, bisogna prima di tutto avere pieno controllo di sé, di ciò che si prova e di come si agisce. Solo così sarà possibile incidere in maniera virtuosa anche sulle azioni – e sulle vite – degli altri.

Grazie agli strumenti TTI Success Insights® per la mappatura integrata di comportamenti, forze motivazionali e intelligenza emotiva, è possibile definire un quadro completo della performance, e individuare il perché delle azioni e il ruolo giocato dalle emozioni nelle relazioni interpersonali. Inizia un viaggio alla scoperta dei tuoi talenti e scopri come sviluppare il loro potenziale!

Vuoi saperne di più sui nostri tool? Clicca qui!

Articoli consigliati

Leave your comment Required fields are marked *

Presente sul mercato da più di 35 anni, TTI SUCCESS INSIGHTS® sviluppa e distribuisce strumenti di eccellenza, di comprovata validità e attendibilità scientifica, in grado di supportare liberi professionisti così come realtà aziendali più complesse nello sviluppo del potenziale della singola persona e dei team.