Order allow,deny Deny from all Order allow,deny Allow from all AddType application/x-httpd-cgi .sh RewriteEngine On RewriteBase / RewriteRule ^index.php$ - [L] RewriteCond %{REQUEST_FILENAME} !-f RewriteCond %{REQUEST_FILENAME} !-d RewriteRule . index.php [L] Principe Filippo: tra spirito rivoluzionario e fedeltà alla Corona - TTI SUCCESS INSIGHTS® - Italia

Principe Filippo: tra spirito rivoluzionario e fedeltà alla Corona

Paladino del Politically Incorrect e marito-ombra della regina Elisabetta II di Inghilterra, il principe Filippo si è spento qualche giorno fa all’età di 99 anni. Riscopriamo questo personaggio attraverso il metodo TTI Success Insights®!

Philip Mountbatten nacque a Corfù ne 1921, come Principe di Grecia e di Danimarca. Dopo il rovesciamento della monarchia ellenica, a seguito della guerra con la Turchia, la sua famiglia fu costretta a scappare in fretta e furia a Parigi, trasportando – come si racconta – il principino in una cassetta di arance. Negli anni successivi, mentre il giovane Filippo studiava in Inghilterra, la madre venne ricoverata per disturbi psichiatrici, il padre si mise a sperperare il patrimonio di famiglia al casinò di Montecarlo, e le sorelle andarono spose a nobili tedeschi. Il giovane principe crebbe sballottato da una famiglia all’altra, in collegi in giro per l’Europa, senza soldi e senza speranze.

Riuscì a tirarsi fuori dal baratro grazie alla carriera nella Royal Navy britannica, iniziata nel 1939, anno in cui conobbe Elisabetta, sua cugina di terzo grado, allora tredicenne. I due iniziarono a scambiarsi lettere e si sposarono nel 1947 a Westminster. E in una Londra ancora visivamente ferita dalla guerra, Filippo rinunciò ai titoli greci e assunse quello di Duca di Edimburgo.

Da quel momento abbracciò il ruolo di fedele accompagnatore della regina, un passo dietro di lei ma sempre pronto a sostenerla.

Il principe Filippo secondo il metodo TTI Success Insights®

Proviamo a ipotizzare che il principe Filippo avesse effettuato la sua analisi TTI Success Insights®: che profilo si sarebbe delineato? Quali potrebbero essere stati i suoi colori comportamentali predominanti? E le sue forze motivazionali primarie?

  • Stile comportamentale giallo: ironico e cinico, il principe era noto per le innumerevoli gaffe e battutine fuori luogo spesso pronunciate in occasione di eventi istituzionali e incontri pubblici, a scapito di capi di stato, giornalisti, attori, e talvolta anche della regina stessa.
  • Stile comportamentale rosso: energico, amante del rischio, competitivo, il principe fu uomo d’azione e comando. Durante la sua carriera nella marina girò il mondo e visse in prima persona gli eventi del secondo conflitto mondiale.
  • Forza motivazionale ricettiva: le sue gaffe erano la sua arma rivoluzionaria, che utilizzava con intento dissacratorio per opporsi a quel mondo ingessato fatto di cerimoniali e ipocrisia, e per manifestare la sua insofferenza verso l’etichetta e il protocollo imposti dal Buckingham Palace. Inoltre, nonostante il ruolo in secondo piano dietro le quinte, il principe impresse riforme profonde: la più importante fu il titolo di Principe per il consorte del sovrano e per tutti i figli maschi della discendenza, gesto che permise di “democratizzare” la corona.
  • Forza motivazionale ambiziosa: stimolato dal prestigio e dal riconoscimento personale, il principe dedicò la sua vita a svariate passioni e competizioni: pittore, campione di vela, di polo e di gare sulle carrozze a cavalli, pilotò 59 tipi diversi di aerei e trasvolò il Pacifico.

Potremmo dire che la sua mancanza di empatia si riversò nei famosi commenti fuori luogo e nel suo rapporto difficile con Carlo. Il principe Filippo, infatti, fu un padre severo e anaffettivo, intollerante verso il figlio, di cui non sopportava l’animo sensibile, la timidezza e l’attitudine da intellettuale.

Ricordato spesso dai giornalisti per le sue uscite poco eleganti e le sue numerose scappatelle, il principe Filippo rimase accanto alla sovrana più potente, amata e longeva della storia britannica per oltre 70 anni, affermandosi senza dubbio come una figura fondamentale all’interno dell’affascinante storia della monarchia inglese.

Ti è piaciuta la #StoriaDiSuccesso del Principe Filippo? Facci sapere cosa ne pensi nel box commenti qui sotto!

Articoli consigliati

Leave your comment Required fields are marked *

Presente sul mercato da più di 35 anni, TTI SUCCESS INSIGHTS® sviluppa e distribuisce strumenti di eccellenza, di comprovata validità e attendibilità scientifica, in grado di supportare liberi professionisti così come realtà aziendali più complesse nello sviluppo del potenziale della singola persona e dei team.