Margaret Hamilton: il talento che salvò la missione Apollo 11

L’ingegnere del software vista attraverso il metodo TTI Success Insights®

Tra la suggestione delle recenti immagini provenienti dallo spazio durante le missioni della NASA su Marte, e le riflessioni doverose per la Giornata internazionale della donna, abbiamo deciso di ricordare la storia di successo di una giovane informatica che – forse non tutti sapranno – è stata determinante per portare l’uomo sulla Luna: parliamo di Margaret Hamilton.

Dopo una laurea in matematica e filosofia, l’americana Margaret Hamilton entra alla NASA e, non ancora trentenne e con una figlia piccola che la segue in laboratorio di notte e nei weekend, diventa direttrice e supervisore del team responsabile dello sviluppo del software che avrebbe guidato le capsule del programma Apollo sulla Luna.

A quei tempi lo sviluppo di software veniva spesso affidato alle donne, perché ritenuto una specializzazione di minore importanza, priva di dignità scientifica. Il lavoro di Hamilton si concentra sul trattamento degli errori: come prevenirli e assicurare il funzionamento del sistema anche quando questi si verificano.

Nessuno immaginava che quegli studi – ritenuti di così poco conto – sarebbero stati essenziali durante uno dei momenti più critici della missione dell’Apollo 11.

Pochi minuti prima che la navicella toccasse il suolo lunare, infatti, il computer di bordo comincia a mandare segnali di errore dovuti a un sovraccarico di dati ricevuti. Per fortuna Margaret Hamilton ha previsto e anticipato l’errore, e impostato il computer in modo che si concentri sul compito principale, ignorando tutto il resto.

La missione si conclude con successo: Armstrong non avrebbe mai messo piede sulla Luna se non fosse stato per le straordinarie doti di programmazione e il sangue freddo dell’ingegnere Margaret Hamilton.

Successivamente fondatrice e CEO della società Hamilton Technologies, Margaret Hamilton ha reso popolare l’espressione “ingegneria del software” (software engineering) e preso parte alla definizione dei principi fondamentali della programmazione, lavorando sui primi computer mobili. Il suo contributo va oltre il semplice successo delle missioni lunari, ma insieme a tante colleghe ingegnere rappresenta un simbolo nella lotta per la parità di genere nelle discipline STEM.

Nel 2016, Margaret Hamilton riceve da Barack Obama la medaglia presidenziale della libertà, la più alta onorificenza civile degli Stati Uniti, concessa a chi ha contribuito alla sicurezza, agli interessi, alla pace o alla cultura nel Paese.

 
Margaret Hamilton secondo il metodo TTI Success Insights®

Proviamo a ipotizzare che Margaret Hamilton avesse effettuato la sua analisi TTI Success Insights®: che profilo si sarebbe delineato? Quali potrebbero essere i suoi colori comportamentali predominanti? E le sue forze motivazionali primarie?

  • Stile comportamentale blu: precisa, perfezionista, attenta ai dettagli, analitica… progettare un software per una missione spaziale non può che essere un’attività caratterizzata da standard di qualità elevatissimi e una meticolosa attenzione ai dati!
  • Stile comportamentale verde: collaborativa, fiduciosa, paziente e affidabile, lavora affrontando i rischi con prudenza e puntando agli obiettivi con perseveranza.
  • Forza motivazionale cooperativa: riconosce il valore del lavoro di team, e guida la squadra di programmatori per lo sviluppo del software per le missioni spaziali fino al successo.
  • Forza motivazionale ricettiva: ampie vedute, pioniera dell’ingegneria del software, sviluppa un sistema completamente innovativo, in un ambito fino a quel momento poco esplorato.
  • Forza motivazionale intellettuale: svolge la sua attività stimolata dall’apprendere, dedicando giorno e notte a infinite ricerche, fondamentali ad acquisire le competenze necessarie al suo lavoro.
  • Forza motivazionale oggettiva: stimolata dalla funzionalità di ciò che la circonda, ci concentra sulle componenti concrete dell’ambiente.

Ti è piaciuta la #StoriaDiSuccesso di Margaret Hamilton? Facci sapere cosa ne pensi nel box commenti qui sotto!

Articoli consigliati

Leave your comment Required fields are marked *

Presente sul mercato da più di 35 anni, TTI SUCCESS INSIGHTS® sviluppa e distribuisce strumenti di eccellenza, di comprovata validità e attendibilità scientifica, in grado di supportare liberi professionisti così come realtà aziendali più complesse nello sviluppo del potenziale della singola persona e dei team.