La Leadership autentica attraverso il gioco della ‘finzione’

di Roberta Pinzauti | Te.D.-Teatro d’Impresa®

 

La Leadership oggi

 

Cosa si chiede oggi a un leader in un mondo caratterizzato da incertezze soprattutto quando nuovi percorsi sono tracciati in un terreno sconosciuto?

Deve agire velocemente, ma contemporaneamente pensare a lungo termine. Deve utilizzare e integrare “polarità” presenti sia nel “fare” che nell’ “essere” leader come l’empatia e il bisogno di agire con determinazione, l’intuizione e la razionalità, garantire la continuità ma saper gestire anche il cambiamento. Deve sviluppare la capacità di motivare le persone di un’organizzazione al di là dei rapporti prettamente tecnici attraverso un coinvolgimento emotivo, empatico, collaborativo. Deve sviluppare la propria intelligenza emotiva per diventare il più possibile un leader “autentico” con consapevolezza di se stesso, delle sue competenze relazionali e delle modalità di gestire il proprio gruppo di lavoro.

Deve, deve, deve… ma ciò che vuole!? E ciò che sente!?

 

Essere_Diventare_Leader

 

Quando si parla di grandi leader o di leader efficaci si riporta sempre a ciò che fanno e raramente a ciò che sono. Ma chi conosce davvero le caratteristiche di un leader? E come bisogna essere per realizzare certi progetti complessi?

La risposta cambia a seconda dei risultati: quando un leader raggiunge il successo allora vengono elencate una serie di sue caratteristiche positive, quando invece fallisce è descritto come l’ultimo degli incompetenti e soprattutto gli vengono cucite addosso una serie di “cattive” parole. Ma il leader è sempre lo stesso, o meglio la persona è sempre la stessa!

 

A seguito delle teorie aristoteliche, l’approccio dominante a tali quesiti fu quello della “teoria dei grandi uomini”, secondo la quale alcuni soggetti – i leader – nascono con la tendenza al comando. Ma chi sono questi grandi uomini? Tale teoria invalse anche in ambito psicologico e si può dire che gli studi scientifici iniziarono con questi assunti di tipo individualistico ponendosi l’annosa, eterna, questione: leader si nasce o si diventa?

Rispondendo con le prime ricerche dello psicologo inglese F. Galton (riportate nel testo del 1869 Il Genio ereditario), le capacità di leader non si apprendono ma si possiedono dalla nascita.

 

Detto e scoperto ciò potremmo non scriver più nulla, ma in realtà se le doti che si posseggono dalla nascita non vengono allenate e alimentate con l’esperienza, un leader resta un grande uomo del quale nessuno conoscerà la grandezza.  Ma come potersi allenare su certe caratteristiche come l’empatia o il problem solving o ancora lo stile di comunicazione assertivo e l’intelligenza emotiva?

 

Il teatro e le tecniche teatrali, con il supporto degli strumenti TTI SUCCESS INSIGHTS®, sono una risposta di formazione esperienziale per i leader autentici, perché al contrario del comune pensare il teatro chiede a chi lo pratica la ricerca della verità interiore in uno spazio virtuale (il palcoscenico) che è comunemente ritenuto lo spazio della finzione!

 

 

 

Roberta Pinzauti, con e per Te.D.-Teatro d’Impresa® da ben 15 anni, utilizza le tecniche teatrali per allenare i partecipanti a trovare la propria autenticità e riuscire a comunicare con una modalità più efficace e più costruttiva. Inoltre, Te.D. per completare la formazione esperienziale si avvale anche dello strumento diagnostico TTI SUCCESS INSIGHTS® che viene utilizzato soprattutto durante le sedute di coaching.

Articoli consigliati

Presente sul mercato da più di 35 anni, TTI SUCCESS INSIGHTS® sviluppa e distribuisce strumenti di eccellenza, di comprovata validità e attendibilità scientifica, in grado di supportare liberi professionisti così come realtà aziendali più complesse nello sviluppo del potenziale della singola persona e dei team.