All-stars Team: come far lavorare bene un gruppo di talenti

Qualcuno di voi si sarà sicuramente domandato come mai a volte esistono enormi gap tra team che, almeno sulla carta, dovrebbero essere efficienti allo stesso modo. Lo si può vedere nel business, nello sport, nelle imprese creative e così via.

Cosa fa davvero la differenza? E qual è il segreto per valutare e migliorare le dinamiche del team, piuttosto che quelle individuali o organizzative?

 

competenze_team

 

Negli anni ’90 fu pubblicato il progetto Team Effectiveness Review (TER), condotto dall’azienda Egon Zehnder. Questo modello brevettato analizza sei competenze critiche del team:

 

Equilibrio. Quanto un team comprende l’importanza della diversità di capacità e punti di forza ed è favorevole a incorporarli.

Energia. Quanto è ambizioso il team e quanto prende l’iniziativa; quanto riesce a mantenere ad alto livello lo slancio nel lungo termine.

Allineamento. Quanto i membri del team capiscono il più ampio scopo del team e focalizzano le loro azioni e quelle del gruppo su quell’obiettivo.

Resilienza. Quanto un team può restare unito ed efficiente anche in situazioni di serio stress (interno o esterno).

Efficienza. Quanto il team comprende la necessità di ottimizzare risorse e tempo per ottenere i risultati voluti.

Apertura. Quanto il team valorizza le relazioni con l’intera azienda e il mondo esterno e come costruisce tali connessioni.

 

Non è sufficiente, quindi, selezionare le persone giuste – quelle con valori forti, grandi potenziali e alte competenze – e svilupparle come individui. Bisogna anche aiutarle a lavorare insieme. L’esperienza, infatti, mostra che il successo dei leader dipende per l’80% circa anche dall’efficienza dei loro team.

 

Che gli all-stars team non funzionano è un mito popolare. È chiaro che per funzionare è importante che siano strutturati e condotti correttamente. Potete – e dovreste – creare un A-Team, “basta” ricordare che il suo prosperare dipende da quanto è bilanciato, allineato, flessibile, energico, aperto ed efficiente: la debolezza in una qualsiasi delle sei competenze può portare a grandi problemi. Per esempio, team carenti in efficienza tenderanno a incontrarsi in riunioni in cui non si riesce a dare priorità alle attività o prendere decisioni, il che significa che le scadenze difficilmente saranno rispettate. Team carenti in diversità, invece, spesso soccombono al pensiero del gruppo: si mettono d’accordo facilmente e non riescono a considerare nuove linee di azione.

 

Le analisi TTI SUCCESS INSIGHTS® sono utili per comprendere i punti di forza e di miglioramento di un team, o magari per impostarne uno nuovo. Essere consapevoli delle preferenze comportamentali e valoriali dei membri del gruppo è infatti una base importante per sviluppare al meglio le sei competenze critiche del team.

 

Ricordatevi che situazioni differenti richiedono differenti percorsi. Il vostro compito è quello di assicurarvi che il gruppo risponda alle sue sfide specifiche.

Articoli consigliati

Presente sul mercato da più di 35 anni, TTI SUCCESS INSIGHTS® sviluppa e distribuisce strumenti di eccellenza, di comprovata validità e attendibilità scientifica, in grado di supportare liberi professionisti così come realtà aziendali più complesse nello sviluppo del potenziale della singola persona e dei team.